La Universal prepara il reboot di Shrek e de Il gatto con gli stivali

- Google+
63
La Universal prepara il reboot di Shrek e de Il gatto con gli stivali

Il regista di Cattivissimo me Chris Meledandri supervisionerà per conto della Universal i reboot di Shrek e de Il gatto con gli stivali. La major vuole infatti riportare la cinema i personaggi per una nuova generazione di giovani spettatori e ha incaricato il cineasta a capo della Illumination Entertainment di rivitalizzare le idee per una nuova serie di lungometraggi.

Meledandri però proverà a riportare a bordo il cast di doppiatori originale: “Se si torna ad ascoltare quelle performance vocali erano fantastiche. Vogliamo comunque reinventare storie e personaggi, eppure io sento un po’ la sensazione nostalgica di voler riportare al cinema quelle caratterizzazioni. La sfida maggiore sarà trovare qualcosa che non avrà il sapore di un semplice sequel in un franchise di film già famoso.” I doppiatori principali dei vari film dedicati a Shrek erano Eddie Murphy, Cameron Diaz e Mike Myers. Le voci de Il gatto con gli stivali erano invece quelle di Antonio Banderas e Salma Hayek.  

Dalla dichiarazione di Meledandri si comprende benissimo che i nuovi Shrek e Il gatto con gli stivali rappresenteranno una nuova partenza, magari tornando indietro nel tempo per raccontare gli anni più giovani dei personaggi. Il progetto pare dunque abbastanza vicino a quello che la Illumination sta facendo con Il Grinch, che tornerà a breve in sala in versione animata dopo che Ron Howard lo aveva realizzato in live-action nel successo con Jim Carrey. Anche Il gatto e il cappello matto subirà un processo simile. 

L’episodio più redditizio del franchise di Shrek negli Stati Uniti è stato il secondo, capace di incassare nel 2004 ben 441 milioni di dollari. Per ben dodici anni è stato il primo film d’animazione della storia del cinema a stelle e strisce, superato nel 2016 da Alla ricerca di Dory (486 milioni) e quest’anno da Gli incredibili 2, che si è piazzato in testa a questa speciale classifica con addirittura 608 milioni.



Adriano Ercolani
  • Critico cinematografico
  • Corrispondente dagli Stati Uniti
Lascia un Commento
Lascia un Commento